Home page  |  Il Progetto  |  contattaci
Introduzione
 
- Prefazioni
- Il progetto
- Storia delle Medaglie
- Chi siamo
- Dedicato a ...
 
Il libro dei decorati
Storie di Decorati
Le famiglie dei decorati
Ricerca avanzata
Le decorazioni



 
 
> ... / Dedicato a ... / Storie di Decorati  
Stampa/Print
Berardinelli Elio

Elio BERARDINELLI è nato da una nota famiglia di Cagli, residente nell’antica e ridente cittadina dell’entroterra pesarese posta ai piedi del Petrano. Particolarmente portato per la musica, nell’Ottobre del 1938, al momento del richiamo alle armi nei ranghi della Regia Marina, lasciava solo temporaneamente tale sua passione, perchè dopo un breve periodo d’inquadramento, veniva ritenuto idoneo per l’imbarco su unità da guerra con la qualifica di “Musicante”.
Assegnato all’Incrociatore EMANUELE FILIBERTO DUCA D’AOSTA  e poi sul pariclasse  EUGENIO DI SAVOIA, a partire da Novembre di quello stesso anno, prendeva parte alla lunga crociera compiuta dalla due navi in Atlantico e Sud America durante la quale erano toccati i porti di Dakar, Rio, Montevideo, Buenos Ayres, Magellano, Callao, Panama.
Ai primi di Marzo del 1939,  la navigazione veniva conclusa con il rientro anticipato a La Spezia in seguito al complicarsi della situazione internazionale.
Nel Maggio 1940, ad un mese dell’entrata dell’Italia nel Secondo Conflitto, Berardinelli veniva promosso “Capo Musicante” ma, al tempo stesso, capace di essere anche valoroso combattente partecipando ad importanti azioni navali. Prima, a supporto delle operazioni del fronte Greco-Albanese e Jugoslavo ; poi in Mediterraneo.  Nominato “Sergente Musicante” nel Maggio 1942, a bordo dell’ EUGENIO DI SAVOIA – al momento “nave ammiraglia” della 7^ Divisione agli ordini dell’Ammiraglio Da ZaraBerardinelli partecipava alla nota battaglia di Pantelleria (14-16 Giugno 1942) durante la quale l’unità, seppur lievemente colpita, sosteneva un lungo e duro combattimento con forze navali inglesi, centrando e immobilizzando due Cacciatorpediniere. L’esemplare comportamento di Elio, durante lo scontro, veniva premiato con il conferimento della Croce di Guerra al Valor Militare.
Sempre con l’EUGENIO DI SAVOIA e l’Ammiraglio Da Zara, il nostro viveva i difficili momenti dell’Armistizio (Settembre 1943), quando in seguito all’affondamento della Corazzata ROMA e unità minori, toccava all’EUGENIO l’ingrato compito di sfidare le insidie dell’Aviazione germanica e “guidare” le navi superstiti sino all’approdo maltese di La Valletta, raggiunto l’11 Settembre.
Sino al momento del congedo – il 16 Novembre 1945Berardinelli continuava ad operare con la Regia Marina cobelligerante  e, in data 21 Maggio 1944, veniva promosso “Secondo Capo”.

Tornato civile, nell’immediato dopoguerra, poteva riprendere l’antico e apprezzato amore per la musica. In un primo tempo, quale valido elemento della orchestra di Radio-Bari con cui prendeva parte anche a tournèe all’estero ; poi – finalmente di nuovo a casa – componente dell’orchestra di Pesaro e brillante Maestro della banda della Città natale.
Sempre a Cagli, oltre all’incarico di comandare il locale nucleo dei Vigili Urbani, egli è da molti anni attivo e impareggiabile  Presidente della Sezione cittadina dell’Istituto del Nastro Azzurro, Federazione Provinciale di Pesaro e Urbino.

Stampa/Print
 
 Home page  |   Il Progetto  |   contattaci

PORTALE delle MEMORIE dei combattenti decorati al Valor Militare della Provincia di Pesaro e Urbino. 

Tutto il materiale contenuto in questo Portale è soggetto a diritti di proprietà ; può essere stampato solo per uso privato e  può essere utilizzato e riprodotto per altri scopi, solo previa autorizzazione dell'Istituto del Nastro Azzurro, Federazione Provinciale di Pesaro e Urbino. 

 

Continuando la navigazione si accetta che possano essere usati cookie per migliorare
l'esperienza di navigazione e a scopo statistico. Informativa completa